News

24/04/2018 - Nuovo intoppo per il programma Scuole Innovative. Ai vincitori del concorso di idee bandito dal Miur non potranno essere affidati i successivi livelli di progettazione. Il responso è arrivato dall’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) che con la delibera 185/2018 ha risposto a un dubbio sollevato dalla struttura di missione di Palazzo Chigi “Italia Sicura”.   Scuole Innovative, bloccata la realizzazione delle 51 scuole Il bando del Miur prevede la possibilità che i Comuni su cui sorgeranno le nuove scuole affidino ai vincitori del concorso di idee lo sviluppo dei progetti. Come segnalato da Italia Sicura e confermato dall’Anac, però, questa procedura è possibile a condizione che sia espressamente prevista dal bando, in cui devono essere indicati anche i requisiti professionali e tecnico-economici dei progettisti.   Nel bando queste indicazioni non ci sono. Il risultato sarà un ulteriore.. Continua a leggere su Edilportale.com

24/04/2018 – Le Regioni si inseriscono nel processo di revisione del Testo Unico dell’Edilizia (DPR 380/2001) chiedendo al Tavolo Tecnico, istituito presso il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, istruzioni più chiare in merito alle zone a bassa sismicità. La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, infatti, nella seduta del 19 aprile, ha approvato un ordine del giorno con cui impegna il Tavolo Tecnico ad introdurre norme specifiche che eliminino l’ambiguità delle attuali regole in materia sismica.   TU edilizia: la revisione passa dalle norme sismiche Con l’ordine del giorno approvato, le Regioni hanno chiesto al Governo di impegnare il Tavolo Tecnico ad eliminare l’ambiguità delle attuali regole in materia sismica in relazione ai ruoli e alle funzioni dello Stato e delle Regioni ed Enti Locali, in particolare per quanto attiene alla definizione dei criteri necessari per la puntuale individuazione delle.. Continua a leggere su Edilportale.com

24/04/2018 - L’Agenzia delle Entrate torna sul tema del trattamento fiscale dei corrispettivi percepiti a seguito della costituzione di un diritto reale di superficie su un terreno, finalizzata all’installazione di impianti di produzione di energia alternativa.   Con la Circolare 6/E del 20 aprile 2018, l’Agenzia ‘supera’ la propria posizione espressa nella Circolare 36/E del 19 dicembre 2013, dopo che quest’ultima è stata smentita dalla Corte di Cassazione con la Sentenza 15333 del 4 luglio 2014 in materia di regime tributario applicabile alle plusvalenze derivanti dalla cessione del diritto di superficie su un terreno agricolo di proprietà di una persona fisica.   Cessione terreni per impianti fotovoltaici, cosa ha affermato la Cassazione nel 2014 La Cassazione ha, in primo luogo, richiamato il principio generale previsto dall’articolo 9, comma 5 del TUIR, Testo Unico delle Imposizioni sui Redditi (DPR.. Continua a leggere su Edilportale.com

24/04/2018 – Le varianti sembrano il metodo con cui le imprese tentano di recuperare il ribasso offerto in gara. A esprimere questo sospetto è l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), che ha aggiornato le informazioni registrate dalla Banca dati nazionale dei contratti pubblici.   Secondo i dati trasmessi dalle Stazioni Appaltanti, il numero delle varianti complessivamente registrate nella Banca Dati dell’Autorità alla data del 30 maggio 2017 risulta essere pari a 614. Le varianti che superano il 10% dell’importo contrattuale sono in tutto 400.   In totale, le varianti hanno portato ad un aumento dei costi pari a 1,3 miliardi di euro.   Varianti e importi delle gare In termini di numeri, l’89,5% elle varianti si registra nelle gare di importo fino a 5 milioni di euro. Queste varianti non hanno però un impatto significativo sugli importi, incidendo per circa il 24%.   Al contrario, nelle gare di importo.. Continua a leggere su Edilportale.com

24/04/2018 - Rendere obbligatorio l’adeguamento degli ascensori installati prima del 1999 alle norme di sicurezza stabilite dalla Direttiva 95/16/CE. Questa la richiesta che la CNA ha fatto al futuro Governo, ribadendo l’urgenza di garantire un’adeguata sicurezza a tutti gli impianti di elevazione.   Sicurezza ascensori: le priorità d’intervento Secondo la CNA, per garantire la sicurezza degli ascensori ‘più vecchi’ è necessario garantire la presenza di dispositivi di arresto di precisione che permettano una progressiva decelerazione fino al livello di fermata.   Inoltre, è importante installare sulle porte a chiusura comandata dei rivelatori di presenza umana o animale e modificare i sistemi di allarme in modo da avere un collegamento permanente bidirezionale con un servizio di intervento rapido, ai sensi della norma UNI EN 81-28.   Infine, bisogna installare gli impianti di illuminazione di emergenza.. Continua a leggere su Edilportale.com

24/04/2018 – La scure dell’illegittimità costituzionale torna a colpire i finanziamenti deliberati senza consultare le Regioni.   Dopo il programma “Scuole Innovative” e la ripartizione del Fondo Investimenti, è toccato al piano per la mobilità sostenibile. Come negli altri due casi, la questione è stata sollevata dalla Regione Veneto e accolta dalla Corte Costituzionale, che con la sentenza 78/2018 ha dichiarato illegittimo il comma 615 della Legge di Bilancio per il 2017 (L. 232/2016).   Mobilità sostenibile, 3,7 miliardi nella Legge di Bilancio Il comma 613 della Legge di Bilancio per il 2017 ha stanziato 200 milioni di euro per l’anno 2019 e 250 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2033. Si tratta, in totale, di 3,7 miliardi di euro destinati alla realizzazione di un Piano strategico nazionale della mobilità sostenibile, da utilizzare per il rinnovo del parco autobus dei servizi di.. Continua a leggere su Edilportale.com

23/04/2018 – Da oggi è possibile sapere con certezza quali sono gli interventi edilizi che non richiedono alcuna autorizzazione per essere intrapresi come l’installazione di tende, gazebo e pergolati di piccole dimensioni.   È uno degli effetti del DM 2 marzo 2018, entrato in vigore oggi, che contiene il Glossario delle opere di edilizia libera, in attuazione dal Decreto Scia 2 (Dlgs 222/2016).   Consulta l'elenco degli interventi realizzabili senza alcun permesso   Edilizia libera: cosa cambia rispetto al passato? Cosa cambia, all’atto pratico, con l’entrata in vigore del Glossario unico? Da oggi forse si potranno realizzare senza autorizzazione interventi che prima erano soggetti ad un regime giuridico diverso?   No. Il Glossario unico è un elenco che esplicita e identifica chiaramente le opere che già si trovano sotto il regime dell’edilizia libera ma, non essendo.. Continua a leggere su Edilportale.com

23/04/2018 – Per determinare la sanzione cui sottoporre gli interventi realizzati senza autorizzazione paesaggistica in area vincolata, è necessario stabilire se si è in presenza di un ampliamento volumetrico di un edificio preesistente o di una nuova costruzione.   Con la sentenza 16697 del 16 aprile 2018, la Cassazione ha spiegato che, oltre alla classificazione dell’intervento, bisogna quantificare la variazione di volume creata a lavori ultimati.   Reati paesaggistici, le sanzioni previste Il Codice dei beni culturali e del paesaggio prevede che chiunque, senza la prescritta autorizzazione o in difformità di essa, esegue lavori di qualsiasi genere su beni paesaggistici è punito con le pene previste dall'articolo 44, lettera c), del Testo Unico dell’Edilizia (Dpr 380/ 2001).   Si tratta dell'arresto fino a due anni e l'ammenda da 15.493 a 51.645 euro nel caso di lottizzazione abusiva di terreni a scopo.. Continua a leggere su Edilportale.com

23/04/2018 – Erano chiese e luoghi sacri. Abbandonata la loro funzione religiosa, si sono trasformati in studi di architettura, musei, sale da concerto e parchi.   Chiesa di San Paolo Converso, Milano Dal 2014 la sede milanese dello studio di architettura CLS Architetti si trova in una chiesa sconsacrata risalente al XVI secolo. Per la suddivisione degli spazi di lavoro è stata creata una struttura in ferro senza modificare quella originaria.  Foto: CLS Architetti   Chiesa di San Giuseppe, Milano Dal sacro al profano. Questa chiesa, sconsacrata negli anni Settanta, è diventata un disco bar chiamato “Il Gattopardo”. Punto di riferimento della movida milanese, è anche una location per eventi. Foto: Gattopardo Cafe   Cappella di San Maurizio, Bard – Aosta Nel forte di Bard, fatto edificare nel XIX secolo dai Savoia a scopi difensivi, c’era anche una cappella dedicata a San Maurizio. Oggi la cappella è.. Continua a leggere su Edilportale.com

23/04/2018 - Bene il riconoscimento dell’equo compenso dei professionisti nei confronti delle pubbliche amministrazioni ma ora è urgente fare chiarezza sull’entità dell’equo compenso e completarne l’applicazione anche nei rapporti con la committenza privata.   È questo, in estrema sintesi, il senso della lettera che Geomobilitati, la Federazione Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, ha inviato ai rappresentati del Comitato Unitario delle Professioni (CUP), della Rete delle Professioni Tecniche (RPT) e del Comitato NOI Professionisti.   “Il riconoscimento dell’equo compenso delle libere professioni nei riguardi delle amministrazioni pubbliche è stato un primo successo” - si legge nella lettera - “ma ciò rappresenta lo stadio iniziale di un percorso da portare ancora ulteriormente avanti”. Secondo Geomobilitati, ora si pone l’urgenza di riprendere il cammino affinché.. Continua a leggere su Edilportale.com